Arrampicata Libera

 

PREMESSA

Il modulo si articola in fasi di formazione per approfondire le metodiche didattiche e in fasi di verifica e valutazione delle capacità tecniche e culturali inerenti l’insegnamento dell’alpinismo ed è rivolto a tutti gli Aspiranti Istruttori delle Scuole del CAI e agli IAL, ISA, INAL, INSA e Guide Alpine.

Al superamento del modulo arrampicata libera il candidato dovrà superare o avere già superato il modulo didattico-culturale per conseguire il titolo di Istruttore di Arrampicata Libera (IAL).

Al superamento del modulo arrampicata libera il candidato, consegue il titolo di Istruttore Sezionale (IS).

Tali titoli consentono di esercitare, nell’ambito delle direttive nazionali, l’insegnamento dell’alpinismo e dello scialpinismo in tutte le loro forme presso le scuole sezionali, usufruendo del supporto tecnico ed assicurativo che il C.A.I. mette a disposizione per i corsi base ed avanzati.

 

VERIFICA E VALUTAZIONE

I candidati partecipanti al modulo di esame saranno valutati sulle seguenti materie:

Arrampicata

Saper insegnare i principi dell'arrampicata e del movimento, le progressioni di base ed evolute sia su terreno roccioso sia su parete indoor;

Salita di monotiri con difficoltà “a vista” almeno pari al 6b+ (scala francese) effettuando tutte le manovre di sicurezza su monotiro;

Salita di vie a più tiri su roccia con difficoltà almeno pari al 6b (scala francese), effettuando soste, autoassicurazione, assicurazione e discesa in corda doppia;

Conoscere ed utilizzare i materiali, i principali nodi, i freni e bloccanti assistiti;

Conoscere e saper trasmettere i principi di base della Fisiologia e dell’Allenamento e le patologie da sovraccarico più significative dell’arrampicata sportiva;

Conoscenze tecniche e culturali 

Capacità di trattare in modo sufficientemente esauriente argomenti sia tecnici che culturali;

Sapere non solo eseguire, ma anche motivare e spiegare le scelte operate e le manovre eseguite;

Autosoccorso della cordata

Conoscere ed eseguire in sicurezza e correttamente le manovre di autosoccorso della cordata su itinerari di arrampicata sportiva;

Capacità autonoma di eseguire con sicurezza le manovre basilari motivandole ed esponendone con chiarezza meccanismi e modalità d’effettuazione;

 

BIBLIOGRAFIA

Si farà riferimento alla manualistica C.A.I. ed in particolare ai testi sottoelencati:

  • Manuale del CAI - ALPINISMO SU GHIACCIO E MISTO
  • Manuale del CAI - ALPINISMO SU ROCCIA
  • Manuale del CAI - TOPOGRAFIA E ORIENTAMENTO
  • Manuale del CAI - I MATERIALI PER L’ALPINISMO E RELATIVE NORME
  • Manuale del CAI - MONTAGNA DA VIVERE, MONTAGNA DA CONOSCERE
  • Manuale del CAI - MEDICINA E MONTAGNA - VOL. 1 - 2
  • Manuale del CAI - ECOLOGIA ED ETICA
  • Manuale del CAI - ALPINISMO: 250 ANNI DI STORIA E DI CRONACHE - VOL. 1 - 2
  • Manuale del CAI - MANUALE DI ARRAMPICATA - VOL. 1 - 2 - 3
  • Vivalda Editore - PROGRESSIONE SU ROCCIA - Paolo Caruso

Se necessario, ulteriore materiale didattico sarà distribuito ai candidati durante il Corso.


NOTA BENE

Per tutto ciò che non è stato qui espressamente menzionato, si fa riferimento al Regolamento regionale dei corsi per il conseguimento dei titoli di Istruttore di Alpinismo (IA), Istruttore di Scialpinismo (ISA) e di Istruttore di Arrampicata Libera (IAL)