Scialpinismo

 

PREMESSA

Il modulo si articola in fasi di formazione per approfondire le metodiche didattiche e in fasi di verifica e valutazione delle capacità tecniche e culturali inerenti l’insegnamento dell’alpinismo ed è rivolto a tutti gli Aspiranti Istruttori delle Scuole del CAI e agli IAL, ISA, INAL, INSA e Guide Alpine.

Al superamento del modulo scialpinismo il candidato dovrà superare o già avere superato i moduli ghiaccio - alta montagna e didattico-culturale per conseguire il titolo di Istruttore di Scialpinismo (ISA).

Al superamento del modulo scialpinismo il candidato, consegue il titolo di Istruttore Sezionale (IS).

Tali titoli consentono di esercitare, nell’ambito delle direttive nazionali, l’insegnamento dell’alpinismo e dello scialpinismo in tutte le loro forme presso le scuole sezionali, usufruendo del supporto tecnico ed assicurativo che il C.A.I. mette a disposizione per i corsi base ed avanzati.

 

VERIFICA E VALUTAZIONE

I candidati partecipanti al modulo di esame saranno valutati sulle seguenti materie:

Sci alpinismo invernale e primaverile

Tecnica individuale su percorso scialpinistico. Scelta della traccia più idonea in base alla sicurezza e al dispendio di energie. Applicare lo schema di riduzione del rischio di valanghe (meteo e neve, terreno, partecipanti, ecc.),

Padronanza dello sci su terreno ripido in salita ed in discesa;

Conduzione del gruppo su terreno di ghiacciaio e terreno alpinistico;

Cartografia ed orientamento, Pianificazione dell’itinerario a tavolino mediante cartina e bussola, Individuazione dei punti sulla carta, Utilizzo del GPS;

Progressione su ghiacciaio Progredire con gli sci su ghiacciaio e legarsi in cordata (da 2 e da 3 elementi);

Valutare la stabilità del manto nevoso tramite la realizzazione di un profilo stratigrafico e la prova del blocco di slittamento e confrontare i risultati con gli elementi forniti dal bollettino;

Interpretazione e spiegazione del bollettino nivo-meteo;

Autosoccorso e Uso ARTVA

Autosoccorso in valanga: simulazione di incidente con e ricerca e sondaggio di travolti ad una profondità superiore a 100 cm;

Ricerca travolti in un campo 30x30 metri individuare 2 apparecchi sepolti ad una profondità minima di 80-100 cm in un tempo massimo di 6 minuti;

Tecnica di gestione dello scavo per sepolto a profondità superiore ad 100 cm. In un tempo massimo di 10 minuti;

Metodi alternativi di ricerca;

Conoscenza ARTVA;

Capacità autonoma di eseguire con sicurezza le manovre basilari motivandole ed esponendone con chiarezza meccanismi e modalità d’effettuazione;

Tecnica di discesa

Capacità di eseguire su pista e fuori pista “sequenze di cristiania di base” ad arco breve, arco medio, arco ampio, sciata libera, spazzaneve, curva con apertura sci a monte;

Roccia

Dimostrazione dei tipi di progressione in conserva: lunga-media-corta;

Salita di vie con superamento di difficoltà di IV con passi di IV+ su terreno di avventura di roccia o misto con scarponi o scarpette;

Conoscenze tecniche e culturali

Capacità di trattare in modo sufficientemente esauriente argomenti sia tecnici che culturali;

Sapere non solo eseguire, ma anche motivare e spiegare le scelte operate e le manovre eseguite.

 

BIBLIOGRAFIA

Si farà riferimento alla manualistica C.A.I. ed in particolare ai testi sottoelencati:

  • Manuale del CAI - ALPINISMO SU GHIACCIO E MISTO
  • Manuale del CAI - ALPINISMO SU ROCCIA
  • Manuale del CAI - TOPOGRAFIA E ORIENTAMENTO
  • Manuale del CAI - I MATERIALI PER L’ALPINISMO E RELATIVE NORME
  • Manuale del CAI - MONTAGNA DA VIVERE, MONTAGNA DA CONOSCERE
  • Manuale del CAI - MEDICINA E MONTAGNA - VOL. 1 - 2
  • Manuale del CAI - ECOLOGIA ED ETICA
  • Manuale del CAI - ALPINISMO: 250 ANNI DI STORIA E DI CRONACHE - VOL. 1 - 2
  • Vivalda Editore - PROGRESSIONE SU ROCCIA - Paolo Caruso

Se necessario, ulteriore materiale didattico sarà distribuito ai candidati durante il Corso.

NOTA BENE

Per tutto ciò che non è stato qui espressamente menzionato, si fa riferimento al Regolamento regionale dei corsi per il conseguimento dei titoli di Istruttore di Alpinismo (IA), Istruttore di Scialpinismo (ISA) e di Istruttore di Arrampicata Libera (IAL) 

 

 

 

 

VERIFICA E VALUTAZIONE

I candidati partecipanti al modulo di esame saranno valutati sulle seguenti materie:

Roccia

Salite su vie TD con dimostrazione, lungo il percorso, di sapere non solo eseguire, ma anche motivare e spiegare le scelte operate e le manovre eseguite, conduzione della cordata.

Autosoccorso e manovre

Capacità autonoma di eseguire con sicurezza alcune manovre basilari, che si provvederà ad elencare, motivandole ed esponendone con chiarezza meccanismi e modalità d’effettuazione.

Conoscenze tecniche e culturali

Capacità di trattare in modo sufficientemente esauriente argomenti sia di carattere tecnico che culturale.